Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 22 gennaio 2022

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio, dal pomeriggio-sera sui settori costieri di Abruzzo meridionale e Molise, su Puglia e Basilicata nord-orientale, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 400-600 m con apporti al suolo deboli.

Visibilità: dalla sera nebbie diffuse sulla Pianura padano-veneta centro-orientale.

Temperature: massime in locale sensibile aumento al Nord, in locale sensibile diminuzione sui settori ionici.

Venti: localmente forti dai quadranti settentrionali, con temporanei rinforzi di burrasca, su Puglia e restanti settori ionici.

Mari: agitato lo Ionio al largo e, dalla sera, l'Adriatico meridionale; molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna, con moto ondoso in temporanea attenuazione, e l'Adriatico centrale.

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio, dalla sera sui settori costieri di Abruzzo meridionale e Molise, su Puglia, Basilicata orientale e Calabria settentrionale ionica, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 500-700 m con apporti al suolo deboli.

Visibilità: nottetempo ed al mattino nebbie diffuse sulla Pianura padano-veneta centro-orientale.

Temperature: senza variazioni di rilievo; temperature minime basse in Pianura Padana.

Venti: localmente forti dai quadranti settentrionali su Puglia, Basilicata e settori ionici della Calabria, in temporanea attenuazione al mattino, ma in successiva intensificazione con rinforzi fino a burrasca.

Mari: molto mossi l'Adriatico centro-meridionale e lo Ionio, fino ad agitato quest'ultimo a largo.

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio, su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Campania orientale, Puglia centro-settentrionale, Basilicata, Calabria e Sicilia settentrionale ed orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Nevicate: inizialmente al di sopra dei 400-600 m con quota neve in calo fino a 200-400 m sulle regioni peninsulari e apporti al suolo generalmente deboli, puntualmente moderati a quote di montagna.

Visibilità: nottetempo ed al mattino nebbie diffuse sulla Pianura padano-veneta.

Temperature: minime in locale sensibile aumento al Sud peninsulare, massime e serali in sensibile diminuzione sul medio versante adriatico ed al Sud peninsulare; temperature minime basse in Pianura Padana.

Venti: forti dai quadranti settentrionali sulle regioni meridionali e localmente sulle regioni centrali peninsulari, specie del versante adriatico, con locali rinforzi di burrasca, su Puglia e settori ionici.

Mari: da molto mosso ad agitato lo Ionio; molto mosso l'Adriatico centro-meridionale; localmente molto mossi il Tirreno meridionale e l'Adriatico settentrionale.

Consultando la mappa è possibile verificare quali fenomeni meteorologici rilevanti ai fini di protezione civile sono previsti nel luogo in cui ci si trova o si è diretti. Nello specifico, si tratta di quei fenomeni che possono avere un impatto sul territorio o sulla popolazione.
È possibile cercare sulla mappa un indirizzo specifico, inserendolo nella barra di ricerca oppure, cliccando sulle icone presenti nella parte superiore della mappa, effettuare ulteriori operazioni che consentono di migliorarne la navigazione (aumentare o diminuire lo zoom e la trasparenza dei colori, etc.).
Cliccando sul luogo ricercato, è inoltre possibile conoscere il nome della zona di vigilanza, i Comuni che ne fanno parte e ottenere informazioni sui quantitativi di precipitazioni previsti. Si precisa che nel box informativo non sono specificate tutte le caratteristiche delle precipitazioni e tutti gli altri fenomeni meteorologici di rilievo previsti sulla zona di vigilanza. Queste informazioni sono riportate infatti solo sulla mappa generale.