Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 31 luglio 2021

Precipitazioni: 

- sparse, tendenti a diffuse in serata con fenomeni a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte centro-settentrionale e sui settori alpini, prealpini e di alta pianura della Lombardia occidentale, con quantitativi cumulati da moderati a elevati;

- sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori alpini e preapini della Lombardia e su Trentino e settori alpini del Veneto, con quantitativi cumulati moderati;

- da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Piemonte e Lombardia e su Liguria centro-occidentale, Alto Adige, Valle d'Aosta e settori alpini e prealpini del Friuli Venezia Giulia, con  quantitativi cumulati deboli. 

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime molto elevate su Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, elevate sull'Emilia-Romagna, nelle zone pianeggianti interne e versanti adriatici delle regioni centrali e sulla Campania, con punte molto elevate su Romagna, Marche, Umbria e Lazio.

Venti: da forti a burrasca sud-occidentali sui rilievi più alti della Sardegna; forti sud-occidentali sui crinali dell'Appennino tosco-romagnolo e umbro-marchigiano.

Mari: nessun fenomeno significativo.

 

Precipitazioni: 

- da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali del Piemonte, settori alpini e prealpini e di alta pianura della Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria di Levante e settori settentrionali della Toscana, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati sul Friuli Venezia Giulia e sui settori alpini e prealpini della Lombardia;

- da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Piemonte, Liguria e Lombardia e su Emilia, Appennino romagnolo , Toscana centro-orientale e Umbria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati sulle citate zone del Nord, deboli su quelle del Centro

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime molto elevate su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, da elevate a molto elevate sui versanti adriatici delle regioni centrali e sulla Campania, localmente elevate sulle zone pianeggianti e vallive interne del Lazio.

Venti: da forti a burrasca sud-occidentali sui crinali dell'Appennino centro-settentrionale, campano e lucano e sui rilievi più alti della Sardegna, con raffiche di caduta sui versanti adriatici di Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise e sulla Puglia settentrionale; da forti a burrasca sud-occidentali sulle coste toscane a nord dell'Elba e sulla Sardegna settentrionale.

Mari: da molto mosso ad agitato il Mar Ligure, molto mossi il Mare e il Canale di Sardegna e il Tirreno centrale. 

Precipitazioni: 

- da sparse a diffuse, prevalentemente nella prima parte della giornata con fenomeni a carattere di rovescio o temporale, sui settori pianeggianti, costieri e orientali del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati moderati;

- da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale a evoluzione diurna, sui restanti settori del Friuli Venezia Giulia e su settori alpini e pedemontano del Piemonte, settori alpini, prealpini e di pianura orientale della Lombardia, Trentino Alto Adige, settori alpini, prealpini e di bassa pianura del Veneto, Emilia, Liguria e alta Toscanacon quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime da elevate a molto elevate su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, localmente elevate sulla Campania

Venti: da forti a burrasca sud-occidentali sui crinali dell'Appennino tosco-romagnolo, umbro-marchigiano, molisano, campano e lucano.

Mari: molto mosso, inizialmente agitato a ridosso delle coste toscane, il Mar Ligure; molto mossi il Mare e il Canale di Sardegna e il Tirreno centrale, con moto ondoso in attenuazione.

Consultando la mappa è possibile verificare quali fenomeni meteorologici rilevanti ai fini di protezione civile sono previsti nel luogo in cui ci si trova o si è diretti. Nello specifico, si tratta di quei fenomeni che possono avere un impatto sul territorio o sulla popolazione.
È possibile cercare sulla mappa un indirizzo specifico, inserendolo nella barra di ricerca oppure, cliccando sulle icone presenti nella parte superiore della mappa, effettuare ulteriori operazioni che consentono di migliorarne la navigazione (aumentare o diminuire lo zoom e la trasparenza dei colori, etc.).
Cliccando sul luogo ricercato, è inoltre possibile conoscere il nome della zona di vigilanza, i Comuni che ne fanno parte e ottenere informazioni sui quantitativi di precipitazioni previsti. Si precisa che nel box informativo non sono specificate tutte le caratteristiche delle precipitazioni e tutti gli altri fenomeni meteorologici di rilievo previsti sulla zona di vigilanza. Queste informazioni sono riportate infatti solo sulla mappa generale.